sezioni

Comitato Unico di Garanzia

Il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni (CUG) è stato istituito dall'art. 21 della Legge 4 novembre 2010 n. 183, regolamentato dalle "Linee Guida sulle modalità di funzionamento dei Comitati Unici di Garanzia" emanate con Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2011, e dall'art. 63 dello Statuto di Ateneo.
 

La Presidente del Comitato Unico di Garanzia è la Prof.ssa Chiara Ghislieri.

Compiti

In continuità con l’opera del preesistente Comitato per le Pari Opportunità, il CUG

  • contribuisce ad assicurare, in raccordo con il vertice dell'Università, un migliore ambiente lavorativo
  • collabora al rafforzamento della tutela delle lavoratrici e dei lavoratori
  • ha compiti propositivi, consultivi e di verifica e opera in collaborazione con il/la Consigliere/a Nazionale di Parità
  • contribuisce all'ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico, migliorando l’efficienza della prestazione collegata alla garanzia di un ambiente di lavoro caratterizzato dal rispetto dei princìpi di pari opportunità, di benessere organizzativo e dall'assenza di qualsiasi forma di discriminazione, diretta ed indiretta, dovuta a: genere, età anagrafica, disabilità, origine etnica, lingua, opinioni politiche e orientamento sessuale.
A chi si rivolge

Il CUG si rivolge a tutti/e coloro che operano a diverso titolo in Ateneo: popolazione studentesca, personale tecnico-amministrativo, personale docente e ricercatore, assegnisti/e, dottorandi/e, stagisti/e, personale con contratti atipici, ecc.

Quali attività svolge

L'attività del CUG è diretta ad assicurare a lavoratori/lavoratrici, studentesse/studenti dell'Ateneo un ambiente di studio e di lavoro sereno, in cui i rapporti interpersonali siano improntati alla correttezza, al reciproco rispetto della libertà e dignità della persona secondo quanto previsto dal Codice di comportamento dell'Università degli Studi di Torino che ha inglobato, nella sua I Parte, il "Codice di comportamento per la tutela della dignità delle lavoratrici e dei lavoratori, delle studentesse e degli studenti dell'Università degli Studi di Torino".

In particolare:

  • promuove una cultura di parità e azioni positive tendenti ad assicurare la rimozione degli ostacoli che, di fatto, impediscono la piena realizzazione di pari opportunità nello studio e nel lavoro tra uomini e donne
  • accoglie richieste di sostegno e si attiva per rimuovere e contrastare ogni forma di discriminazione ai sensi del Codice di comportamento.

La scelta di confermare, anche per il biennio 2013-2014, il bilancio di mandato come strumento per documentare l’impegno profuso, consuntivare i risultati raggiunti, segnalare le criticità e delineare gli obiettivi per il futuro è in linea con i principi di trasparenza che il CUG ha adottato fin dalla sua nascita.

Chi è il/la Consigliere/a di Fiducia

Il Codice di Comportamento (art. 6) prevede la figura del/della Consigliere/a di Fiducia. 

Questa pagina è stata visitata 1 456 volte nell'ultimo anno. Fonte: Google Analytics.